Disturbo Ossessivo-Compulsivo

L'aspetto centrale del D.O.C. è dato dalla presenza di ossessioni e comportamenti compulsivi di durata considerevole (più di un'ora al giorno) che generano forte disagio e sofferenza.

Le ossessioni sono costituite da pensieri, immagini, impulsi che si presentano insistentemente e senza un'adeguata  motivazione alla coscienza dell'individuo. Sono involontarie, improvvise e vissute come intrusive; causano ansia e disagio. Tipicamente riguardano:

  • paura del contagio (paura di aver toccato cose contaminate);
  •  
  • controllo (avrò chiuso la porta? il gas?); 
  • pensieri immorali o pericolosi  (paura di essere omosessuale, immagini blasfeme);
  • fantasie sessuali (idee ricorrente a carattere pornografico);
  • perdita di controllo dei comportamenti (farò del male ai miei figli?).

Le compulsioni sono comportamenti ripetitivi e/o mentali (pregare, contare...), servono a ridurre il disagio  o a prevenire un evento/situazione temuta. Sono volontarie. Lo scopo è quello di "prevenire un esito negativo" o "alleviare l'ansia"